FATTURE ELETTRONICHE VS PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: TUTTE LE NOVITA’ 2017 DA SAPERE!

Dal 1° Gennaio 2017 l’Agenzia delle Entrate ha modificato il formato della Fattura PA rilasciando nuovo tracciato della versione 1.2.

Noi di Skylensoft Group abbiamo aggiornato i tracciati delle fatture elettroniche secondo tali specifiche e mettiamo a disposizione di tutti Voi Clienti l’aggiornamento relativo per poter gestire le fatture verso la Pubblica Amministrazione con le specifiche corrette e necessarie al buon esito del documento.

Se hai necessità di creare e inviare Fatture elettroniche alla Pubblica Amministrazione Contattaci Subito per avere maggiori informazioni relative all’aggiornamento del programma.

RICORDIAMO GLI ASPETTI FONDAMENTALI DA SAPERE PER UNA CORRETTA FATTURAZIONE ELETTRONICA:

  • Le fatture elettroniche devono avere necessariamente un Registro iva specifico e seguire una numerazione a sé stante rispetto alle fatture “ordinarie” perché vi è l’obbligo di conservarle in modalità informatica a differenza delle ultime. Se si utilizza un registro unico per tutte le fatture emesse sarà poi obbligo conservare digitalmente tutte le fatture emesse durante l’anno. Pertanto consigliamo di creare un registro iva vendite specifico solo per le fatture elettroniche emesse verso la pubblica amministrazione;
  • Le fatture elettroniche prima di essere inviate occorre siano firmate digitalmente con una smartcard o business key del titolare rappresentante dell’Azienda o di colui che effettua l’invio. Se non hai ancora una firma digitale puoi acquistarla presso qualsiasi Ente Certificatore come Aruba piuttosto che Infocert. Quindi il file corretto da inviare è il file fattura .xml.p7m, ossia firmato;
  • Le fatture elettroniche devono essere inviate alla Pubblica Amministrazione tramite il Sistema di Interscambio secondo una delle presenti modalità:
  1. Avvalersi del Commercialista per l’intera gestione delle fatture elettroniche dalla firma all’invio, fino alla conservazione sostitutiva;
  2. Gestire l’invio tramite pec;
  3. Collegarsi al portale della Fattura Pa presso il sito dell’Agenzia delle Entrate;
  4. Dotarsi di uno strumento completo e conveniente che vi renda autonomi nel gestire l’invio delle vostre fatture fino alla conservazione obbligatoria secondo normativa
  • Una volta fatto l’invio dovrete attendere che la Pubblica Amministrazione vi invii delle notifiche di esito dei documenti da voi emessi. Solitamente si tratta di una notifica di avvenuta Consegna che attesta il ricevimento della fattura e successivamente una notifica di esito che potrà essere:
  1. Notifica di Accettazione, esito positivo
  2. Notifica di Rifiuto, esito negativo
  3. Notifica Decorrenza Termini, esito non definito ossia la PA non ha risposto né accettando e né respingendo il documento
  4. Notifica Impossibilità di recapito, per cause di forza maggiore connesse alla PA

La Fattura insieme a queste due notifiche dovrà essere conservata secondo le modalità previste dalla normativa in materia.

  • La Conservazione digitale delle fatture elettronica è obbligatoria per 10 anni e si ha tempo un anno da quello di invio per concluderla. Pertanto tutte le fatture elettroniche inviate nel 2016 si ha tempo per conservarle entro il 31/12/2017. Per terminare correttamente la fatturazione elettronica e quindi conservare vi consigliamo una di queste opzioni:
  1. Rivolgersi al commercialista affinché proceda lui, per vostro conto, a tale adempimento;
  2. Munirsi di software paralleli che vi gestiscano la conservazione digitale delle fatture elettroniche pur rimanendo voi Responsabili della Conservazione elettronica e conseguentemente gli oneri in capo a tale figura restano su di Voi;
  3. Adottare servizi completi online che vi gestiscano l’intero iter di fatturazione elettronica dall’invio fino alla conservazione sostitutiva e recupero automatico delle ricevute esito della Pubblica Amministrazione, delegando tutta la Responsabilità all’Ente del Servizio (Un buon esempio potrebbe essere Aruba al link https://www.pec.it/FatturazioneElettronicaPA.aspx)

SE DESIDERATE ULTERIORI INFORMAZIONI E CHIARIMENTI NON ESITATE A CONTATTARCI,

VI SUPPORTEREMO SOTTO OGNI ASPETTO!

IL TEAM DI SKYLENSOFT GROUP

2 comments on “FATTURE ELETTRONICHE VS PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: TUTTE LE NOVITA’ 2017 DA SAPERE!”

  1. Pingback: FATTURAZIONE ELETTRONICA B2B: TUTTE LE NOVITA’ 2019 DA SAPERE! - Skylensoft

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Privacy Policy
Informativa ai sensi dell’art. 13 del codice della privacy

Gentile utente,
i dati raccolti attraverso la compilazione del form verranno trattati dalla ditta scrivente esclusivamente per scopi di informazione commerciale e utilizzati per l’invio di comunicazioni commerciali anche a mezzo posta elettronica.
A tal proposito Skylensoft s.r.l. desidera informare che ogni interessato al trattamento ha facoltà di esercitare i diritti previsti dal codice della privacy, con particolare riferimento alla possibilità di conoscere la natura e tipologia dei dati in nostro possesso, poter richiedere la loro integrazione o rettificazione, nonché poter esercitare, in qualsiasi momento, il diritto di opposizione al trattamento e al ricevimento di comunicazioni a mezzo e-mail, con anche la conseguente richiesta di cancellazione dei dati.
Titolare del trattamento é l’azienda scrivente, Skylensoft s.r.l., con sede operativa in Prato (PO), Via Pisano, n. 12 (indirizzo e-mail info@skylensoft.com).

 

Consenso al trattamento e al ricevimento di comunicazioni a mezzo e-mail

Cliccando sul pulsante contrassegnato dalla scritta “INVIA” si dichiara di aver preso visione dell’informativa fornita dai contitolari e si autorizza la ditta scrivente, Skylensoft s.r.l., all’uso della posta elettronica per l’invio di messaggi promozionali e di comunicazioni commerciali, secondo quanto previsto dal codice della privacy.

×